I MOLTI VOLTI DEL SE’: accogliere e far sentire accolta ogni parte di sé

Con Peter Ammann e Bogna Szymkiewicz

Rumi, autore della poesia Essere una locanda, raccomanda di “... essere grati a tutto ciò che arriva perché tutto è stato mandato dall’aldilà per farti da guida.” Ma perché dovremmo dare il benvenuto a cose e a persone che non ci piacciono e che magari addirittura odiamo? Se mai fosse possibile, come possiamo riuscirci?

 

Lo scopo di questo seminario è di sviluppare le nostre capacità di avere a che fare e di accogliere la diversità dentro di noi, nelle relazioni e nel mondo esterno. Ci focalizzeremo su tecniche  e attitudini che ci aiuteranno a riconoscere, ad apprezzare a a trasformare le differenti parti di noi stessi, includendo anche i conflitti che ci sono fra esse.

 

Questo tipo di Lavoro Interiore ci permette di sviluppare un’attitudine compassionevole nei confronti di noi stessi  e di creare una casa interiore per tutto ciò che siamo. Praticheremo modi di lavorare con i conflitti interiori ed esteriori, sviluppando il necessario distacco e imparando come stare in contatto con la nostra essenza più profonda anche nei momenti di turbolenza.

 

Ci focalizzeremo su:

  • notare quando siamo provocati a reagire per non diventare reattivi
  • “incontrare noi stessi ovunque siamo” - imparare a metterci in contatto con differenti aspetti di noi stessi qui ed ora
  • notare come le parti di noi che rigettiamo offuscano la nostra consapevolezza quando facilitiamo
  • imparare come gestire i pregiudizi dentro di noi e di fronte al gruppo
  • sviluppare un’attitudine “da locanda”.
it_ITItaliano
en_USEnglish it_ITItaliano
Newsletter